Linee di impregnazione di non tessuto

Nella produzione di pelli sintetiche uno dei supporti più utilizzati è il “coagulato”.
Tramite un processo di impregnazione del non tessuto in una soluzione PU/DMF e successiva immersione in acqua dove il solvente precipita e si miscela, si ottiene il PU “coagulato” nel non tessuto.
Questo tecnologia permette di ottenere un supporto traspirante indispensabile soprattutto nel settore della calzatura.
Il processo è conosciuto come “wet process” proprio per il grande utilizzo di acqua. 
Tramite specifici impianti di distillazione il solvente viene infine separato dall’acqua e riutilizzato nel processo.

All’interno della famiglia “Rotowet” si trova la linea “Rotowet Nonwoven”. La linea Rotowet Nonwoven rappresenta l’esperienza Matex più vicina al mondo dei non tessuti. Questo impianto infatti è specificatamente progettato per l’impregnazione dei non tessuti agugliati e renderli così strutturalmente più stabili per i successivi impieghi. Partendo da un rotolo di grosso diametro il non-tessuto agugliato (feltro) viene impregnato in una soluzione in base acqua, asciugato e polimerizzato. Il prodotto ottenuto dovrà poi essere smerigliato su entrambi i lati e “spaccato” nello spessore in base all’utilizzo finale. I campi di applicazione sono molteplici: dal settore medicale, al filtraggio, ai prodotti per la pulizia della casa…esistono moltissimi prodotti di uso quotidiano basati su un supporto di non-tessuto impregnato.